UN AMICO NON SI ABBANDONA MAI

700x300_abbandonoAnimali_no_fascia_72dpi

Spesso basta poco: un paio di occhioni dolci che ci guardano, una pubblicità in tv che raffigura il nostro cane preferito, il micio di un amico che ci fa le fusa, ed ecco che scatta irrefrenabile la voglia di allargare la famiglia con un nuovo amico a quattro zampe. L’entusiasmo è tanto e, detto fatto, il nuovo amico è a casa con noi! Quasi una famiglia italiana su due convive con un animale domestico e più di una su tre con un cane o un gatto.

Coccole e allegria non mancano, ma anche le incombenze legate alla quotidianità si fanno sentire: le uscite per le passeggiate giornaliere, gli appuntamenti con il veterinario, la spesa per il cibo…la routine è frenetica e l’entusiasmo può lasciare presto il passo a stanchezza e voglia di rilassarsi. Quale occasione migliore per ritemprare mente e corpo se non quella delle vacanze?

Troppo spesso, però, gli amici a quattro zampe non sono contemplati nell’organizzazione della pausa estiva. Le punte massime di animali abbandonati, infatti, si registrano proprio nel periodo estivo – 25/30%. Si stima che ogni anno in Italia siano abbandonati una media di 80.000 gatti e 50.000 cani, più dell’80% dei quali rischia di morire in incidenti, di stenti o a causa di maltrattamenti.  

Per contrastare questo fenomeno, la diffusione della cultura del cosiddetto ‘possesso responsabile’ è un elemento essenziale. Il rapporto con gli animali domestici, infatti, è troppo spesso basato sull’emotività, mentre è importante acquisire informazioni e consapevolezza sui diritti dell’animale e sui doveri che colui che vive in compagnia di un animale domestico deve rispettare – ad esempio l’obbligo di far applicare al proprio cane un microchip sottocutaneo da un medico veterinario e inscriverlo contestualmente nell’anagrafe canina, l’obbligo di munire di passaporto il proprio animale, ecc. Sulla base di questo concetto, l’abbandono è regolamentato dalla normativa italiana ed è un reato a tutti gli effetti, punito con l’arresto fino a un anno o con una multa fino a 10.000 euro.

Se si è testimoni di un caso di abbandono ricordiamoci che, proprio essendo un reato, è possibile fare una denuncia alle forze dell’ordine – Carabinieri/Polizia di Stato/Corpo Forestale/Polizie locali – segnalando i colpevoli. Qualora non siano noti, si può comunque prendere nota di tutti gli elementi necessari ad individuare i responsabili dell’abbandono – numero di targa, ecc. Contribuiremo a far applicare le sanzioni previste dalla legge e a fermare gli abbandoni. Perché un amico non si abbandona. Mai.

>> Scopri le spiagge italiane Pet-Friendly e porta il tuo amico con te.

(fonti: lav.it, salute.gov.it)

CONTATTI

Guna S.p.a.
via Palmanova 71 - 20132 Milano
tel: +39 02 280181
email: info@guna.it

Azienda con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2008 certificato da Certiquality
P. iva 06891420157 | tutti i diritti riservati
Registro delle imprese di Milano, numero di iscrizione: REA 1124454, Capitale Sociale: Euro 3.000.000,00 i.v.

guna su facebook

guna su youtube

guna su twitter

guna su instagram

guna su LinkedIn