Pelle molto secca, arrossamenti, prurito: i sintomi più o meno visibili di un’allergia cutanea possono essere diversi, ma tutti molto, molto fastidiosi. Quando il nostro organismo reagisce in modo anomalo a una sostanza riconosciuta erroneamente come dannosa, l’allergene, può succedere che manifesti il suo ‘disappunto’ anche sulla pelle.

Insieme alle allergie respiratorie, le allergie cutanee sono un problema molto diffuso: in Europa l’incidenza della dermatite atopica è valutata intorno al 10-12% e quella della dermatite da contatto intorno all’1%1. Anche l’orticaria è molto comune: si stima che una persona su quattro soffra di orticaria almeno una volta nella vita e coloro che soffrono di orticaria rappresentano il 3% di tutti i pazienti dermatologici. A volte è difficile individuare l’origine dell’allergia: spesso si tratta di allergia da contatto, ma esistono anche manifestazioni cutanee di origine alimentare, farmacologica e respiratoria.

Le principali allergie cutanee sono rappresentate da:

  • orticaria
  • dermatite atopica
  • dermatite da contatto

L’orticaria è una reazione allergica, acuta o cronica, che si manifesta con la comparsa dei pomfi, vesciche rosse e rotondeggianti, di dimensioni variabili. Si definisce acuta se la sua durata è inferiore a 6 settimane, cronica se persiste per un tempo superiore. Può essere scatenata dall’ingestione di alimenti a cui il paziente è allergico, dalla somministrazione di farmaci, da sostanze aero-disperse (pollini, polveri, etc.). A volte può rappresentare il sintomo di una malattia sistemica (affezione che colpisce uno o più organi interni), in questo caso si parla di orticaria secondaria.

UN FOCUS SULLE ALLERGIE CUTANEE DERMATITE
DERMATITE SUL PETTO

 La dermatite da contatto è causata dal contatto diretto della cute con sostanze irritanti o allergeniche. Nel primo caso, affinché la malattia si manifesti occorrono concentrazioni importanti di sostanza, da applicarsi localmente per un certo periodo; nel secondo sono sufficienti piccolissime dosi di allergene per un tempo brevissimo. Tra gli irritanti più comuni ricordiamo il sapone ed i detergenti in genere (compresi detersivi e simili), mentre nella categoria degli allergeni rientrano alcuni metalli (come il cromo ed il nichel), alcuni profumi, il lattice o farmaci ad uso topico (applicati localmente) ed alcune sostanze impiegate nell’industria tessile e dell’abbigliamento.

La dermatite atopica rappresenta una sindrome allergica ereditaria, comune negli individui allergici o nel cui nucleo famigliare si registrano parenti con problemi analoghi. Solitamente compare durante l’infanzia e tende ad attenuarsi nell’età adulta. La causa non è nota, ma probabilmente è dovuta alla combinazione di alterazioni cutanee (eccessiva permeabilità, pelle secca) e disordini del sistema immunitario; lo stress può aggravare la dermatite atopica, ma non può essere considerato la causa primaria.

1 L’allergia, Claudio Mazza, Nuova Ipsa Editore

CONTATTI

Guna S.p.a.
via Palmanova 71 - 20132 Milano
tel: +39 02 280181
email: info@guna.it

Azienda con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2008 certificato da Certiquality
P. iva 06891420157 | tutti i diritti riservati
Registro delle imprese di Milano, numero di iscrizione: REA 1124454, Capitale Sociale: Euro 3.000.000,00 i.v.

guna su facebook

guna su youtube

guna su twitter

guna su instagram

guna su LinkedIn