57610

Curarsi con le informazioni – il metodo körbler

Curarsi con le informazioni – il metodo körbler

M. Sagi, I. Sagi

  • Categorie:

Uno sviluppo rivoluzionario è attualmente in corso nell’ambito delle scienze della salute: la scoperta che l’informazione è fondamentale per il funzionamento organico e che la corretta informazione è essenziale per un corretto funzionamento, per il mantenimento e il ripristino della salute. Questa scoperta è il fondamento del campo emergente della medicina delle informazioni. Nella scienza classica l’informazione che governa l’azione e l’interazione nel mondo è considerata essere l’effetto delle Leggi della Natura: si dice che i fenomeni devono “obbedire” alle leggi. L’insieme di tutte le leggi conosciute e ancora da scoprire costituisce l’informazione che possiamo assumere. Programmata nella natura, l’informazione codifica l’universo. Le implicazioni della comprensione del ruolo dell’informazione nei sistemi naturali sono fondamentali per le scienze della salute.

Il mantenimento della salute è soprattutto una questione di mantenimento della propria coerenza, e questo dipende – a propria volta – dalle informazioni che l’organismo codifica. Le malattie e tutte le forme di malfunzionamento organico sono indicazioni di un difetto di quell’informazione.
In molti casi, la correzione del difetto informativo risulta essere più effiace dell’interazione con i processi biochimici provenienti dall’informazione errata. È stato definito un nuovo paradigma di scienza medica: medicina dell’“informazione” piuttosto che “biochimica”. Lo scienziato austriaco Erich Körbler è stato uno dei più importanti pionieri della emergente medicina delle informazioni. Körbler scoprì che il Sistema nervoso umano reagisce in modo preciso ed affidabile ai flussi d’informazione circostanti. Creò un semplice strumento, il cosiddetto bioindicatore, che rende chiaramente visibile ad occhio nudo la risposta dell’organismo. Il bioindicatore amplifica i movimenti involontari sottili prodotti dal Sistema nervoso del soggetto consentendo all’operatore di eseguire tutta una serie di test per evidenziare la risposta dell’organismo ai vari input e influenze che lo raggiungono. Körbler codificò le sue scoperte sotto forma di un “sistema vettore” di base che colloca i movimenti del bioindicatore osservati all’interno di un sistema di coordinate. Osservando i precisi movimenti del bioindicatore, fornisce indicazioni sulla compatibilità o incompatibilità di un dato input o influenza per l’organismo del soggetto. Effetti benefici risultanti dagli input compatibili con il sano funzionamento organico sono segnalati da un tipo di movimento, con vari gradi indicati – a propria volta – da un differente insieme di risposte codificate con esattezza.
 
 
M. Sagi, I. Sagi
Nuova Ipsa Ed.  pp. 351

Download

CONTATTI

Guna S.p.a. | via Palmanova 71 - 20132 Milano | P. iva 06891420157
tel: +39 02 280181 | email: info@guna.it
PEC (solo per comunicazioni con Enti e Amministrazioni): guna@legalmail.it

Azienda con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2015 certificato da Bureau Veritas Italia SpA | tutti i diritti riservati
Registro delle imprese di Milano, numero di iscrizione: REA 1124454, Capitale Sociale: Euro 3.000.000,00 i.v.

 
guna su facebook
guna su youtube
guna su instagram
guna su LinkedIn
guna su Telegram