CODICE ETICO FORNITORI

Abbiamo a cuore il benessere e la salute dei cittadini e dei pazienti che utilizzano i nostri prodotti. Allo stesso tempo abbiamo a cuore la soddisfazione dei medici e dei farmacisti che li prescrivono.

Abbiamo ben chiaro il ruolo essenziale che in questo scenario ricoprono i nostri fornitori di materie prime e di prodotti, e quindi – oltre alle procedure dettate dalle linee guida GMP e delle norme internazionali ISO, alle quali ci siamo conformati certificandoci, e che rispettiaamo – intendiamo porre in essere ogni possibile accorgimento per garantire il massimo livello di qualità per i nostri prodotti, processi e servizi.

Abbiamo a cuore i nostri fornitori, che consideriamo alla stregua di partner, e che entrano a pieno diritto a far parte della catena del valore dell’azienda, e ci sentiamo eticamente responsabili nel garantire, qualora necessario, ogni supporto a loro utile per mantenere un livello qualitativo sempre ottimale.

Richiediamo ai nostrifornitori il rispetto di rigidi standard, e contemporaneamente offriamo loro il nostro aiuto, per migliorare costantemente il rapporto cliente/fornitore in un’ottica di partnership proattiva.

Intendiamo sottolineare che privilegeremo, per ogni nuovo ordine, i Fornitori che aderiscono al nostro Codice Etico.

Premesso quanto sopra, richiediamo in generale ai nostri fornitori di adeguarsi ai principi etici ed ai valori che contraddistinguono la nostra filosofia, ovvero:

  • di rispettare tutte le normative della nazione presso la quale hanno sede, nonché di rispettare tutte le normative comunitarie ed italiane. Ci rendiamo disponibili a dialogare attivamente con il fornitore al fine di illustrare allo stesso eventuali normative particolari in vigore in Italia e da esso non conosciute, creando le migliori condizioni per la più rigida applicazione di tutte le norme di legge in materia di tutela della salute pubblica;
  • di mantenere inoltre i più rigidi standard in materia di:
    • salute e sicurezza sul lavoro, adottando tutte le precauzioni previste dalla legge, ed anche quelle non obbligatorie ma suggerite dal buon senso con riguardo alla miglior tutela della sicurezza del lavoratore;
    • sicurezza sanitaria ed igienica in tutto lo stabilimento, inclusa l’applicazione delle procedure di sterilizzazione di locali e attrezzature, stoccaggio merci e prodotti, e trasporto in sicurezza dei medesimi, senza interruzione della catena del freddo (ove prevista);
    • sostenibilità e rispetto dell’ambiente (incluso un corretto ciclo di smaltimento dei rifiuti, con particolare attenzione a quelli pericolosi/tossici);
    • non discriminazione sul posto di lavoro (razziale, di genere, sessuale, etc);
    • tutela dei diritti sindacali dei lavoratori, con particolare riguardo alla disincentivazione di ogni forma di “lavoro a cottimo”;
    • trasparenza e correttezza contabile ed amministrativa;
  • di non promuovere programmi di sfruttamento del lavoro minorile, effettuando altresì le più opportune ed attente verifiche al riguardo anche su tutti i loro fornitori;
  • di non promuovere o tollerare pratiche corruttive di ogni tipo, inclusi incentivi in denaro o beni equipollenti volti ad ottenere ingiusto profitto, o volti a condizionare autorità pubbliche, politiche ed istituzionali, od incaricati di pubblico servizio;
  • di attuare le più opportune precauzioni per la difesa del segreto industriale, a tutela dell’integrità dei processi produttivi;
  • di mantenere il più alto standard di trasparenza nei confronti della cittadinanza e delle autorità di controllo, per ogni informazione di pubblico interesse, ed altresì di non pubblicizzare al pubblico in modo ingannevole i propri servizi/prodotti;
  • di applicare le direttive relative al trattamento di tutti i dati sensibili, a tutela della privacy dei clienti ma anche di dipendenti e collaboratori;
  • di non porre in essere pratiche commerciali sleali nei confronti dei propri partner commerciali o dei clienti finali.

Per i fornitori di materie prime e/o di prodotti finiti o semilavorati da destinarsi al commercio, ovvero di tutti quei materiali funzionali alla produzione e commercio di farmaci e integratori alimentari a marchio Guna, vigono inoltre i seguenti obblighi:

  • impegno a mantenere una stretta vigilanza sull’intero ciclo di produzione, garantendo i più alti standard qualitativi nei processi di lavorazione;
  • impegno a verificare con attenzione la sussistenza di tutti i requisiti elencati da questa Carta etica anche per le materie prime acquistate da terzi soggetti;
  • impegno a fornire per ogni lotto di prodotti/materiali un certificato comprovante la data di scadenza ed il periodo di validità dei medesimi, conforme alla durata minima prevista nell’apposita appendice contrattuale (da determinarsi specificatamente per ogni classe di prodotto fornito);
  • impegno a fornire per ogni lotto di prodotti/materiali le attestazioni di qualità od ogni altra documentazione adeguata a garantire una corretta e completa tracciabilità del prodotto stesso;
  • impegno a fornire, con cadenza periodica (anch’essa da stabilirsi in apposita appendice contrattuale, con riguardo allo specifico prodotto) le analisi complete condotte da un laboratorio indipendente, a spese e cura del fornitore, attestanti la qualità del prodotto fornito e la rispondenza del medesimo alle specifiche contrattuali ed ai migliori standard qualitativi sul mercato.

Siamo coscienti dell’importanza del ruolo delle proprie aziende fornitrici nel loro sistema socio-economico, specie in quanto generatori di reddito essenziale per le famiglie dei dipendenti e piccoli azionisti, nonché dell’importanza che tali aziende rivestono a loro volta per i propri fornitori che le approvvigionano di materie prime.

In caso di non rispondenza – in tutto od in parte – ai criteri dettati dal presente Codice etico, l’opzione di prima scelta  non sarà quindi la repentina e definitiva interruzione del rapporto di fornitura, quanto piuttosto – risolta efficacemente l’emergenza e tutelato ad ogni costo ed in ogni modo possibile l’interesse dei cittadini e dei pazienti, e sempre con riguardo alla gravità delle violazioni – l’erogazione a propria cura e spese di servizi di tutoraggio ed accompagnamento al fine di migliorare lo scenario esistente presso il fornitore, impedendo il ripetersi del problema. Tale supporto verrà fornito previa esplicita richiesta del fornitore.

Informiamo quindi fin d’ora i nostri fornitori che in caso di violazione ai principi etici di questo documento, intendiamo attenerci alla seguente procedura:

  • messa in atto immediata di ogni precauzione necessaria alla migliore tutela della salute pubblica, inclusa la temporanea sospensione di tutta o di parte delle forniture, senza che ciò di per sé possa andare a costituire violazione contrattuale da parte nostra;
  • contestuale informativa scritta al fornitore, con illustrati i motivi che ci hanno ragionevolmente suggerito l’opportunità di sospendere temporaneamente le forniture;
  • sollecito invio presso la sede/stabilimento del fornitore di nostri ispettori – qualora necessario accompagnati da osservatori indipendenti – al fine di promuovere direttamente sul posto i più opportuni approfondimenti in ordine ai motivi di contestazione e/o al problema riscontrato;
  • predisposizione di una relazione dettagliata, contenente tutti i suggerimenti utili per migliorare lo scenario e risolvere efficacemente il problema e/o i motivi di contestazione, a tutto beneficio non solo nostro e dei nostri clienti, ma anche dello stesso fornitore e delle sue relazioni commerciali e con il territorio.

Solo in caso di conclamata indisponibilità del fornitore di permetterci di effettuare un intervento come sopra articolato,  interromperemo nostro malgrado definitivamente il rapporto commerciale con il fornitore oggetto di contestazione.

Ci impegniamo a pubblicizzare questo Codice Etico per i fornitori al nostro interno, reparto per reparto, condividendone i principi con tutti i dipendenti e collaboratori esterni, facendo in modo che i principi in essa enunciati entrino a far parte della cultura aziendale ed inserendo lo studio di questo Codice in tutti i periodici corsi di formazione ed aggiornamento.

Siamo inoltre pronti a ricevere ed esaminare con attenzione ogni utile suggerimento da parte dei partner commerciali al fine di migliorare anno dopo anno questo Codice Etico.

CONTATTI

Guna S.p.a.
via Palmanova 71 - 20132 Milano
tel: +39 02 280181
email: info@guna.it

Azienda con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2015 certificato da Certiquality
P. iva 06891420157 | tutti i diritti riservati
Registro delle imprese di Milano, numero di iscrizione: REA 1124454, Capitale Sociale: Euro 3.000.000,00 i.v.

guna su facebook

guna su youtube

guna su twitter

guna su instagram

guna su LinkedIn