91863

Cibo e benessere

Pasti troppo abbondanti, alimenti difficili da digerire, stress, farmaci o qualche “bicchiere” di troppo, sono causa frequente di bruciori gastrici

7GU011 Food copertina

SCARICA IL LIBRETTO

Cibo e benessere nel Guna Lifestyle

Vuoi conoscere l’importanza dell’alimentazione per il Guna Lifestyle

Bruciori di stomaco?

Scoprilo insieme a noi

Pasti troppo abbondanti, alimenti difficili da digerire, stress, farmacio qualche “bicchiere” di troppo, sono causa frequente di bruciori gastrici.

Se poi l’insorgenza di acidità e bruciore avviene in concomitanza di cambiamenti posturali (chinarsi per allacciare le scarpe o raccogliere un oggetto, sdraiarsi sul letto) potremmo essere in presenza di un vero e proprio disturbo causato dalla risalita del contenuto gastrico nell’esofago, il reflusso gastro-esofageo.

Perché la sensazione di acidità?

Le cause

Durante il processo digestivo, il bolo alimentare viene immerso in una soluzione di acido cloridrico prodotto da particolari cellule dette “a calice”.

Parallelamente, altre cellule chiamate “mucipare” hanno il compito di secernere una sostanza viscosa che, aderendo alla parete dello stomaco, non permette che questa venga aggredita dai succhi gastrici.

Questo meccanismo, finemente regolato, può andare incontro ad alterazioni.

Cosa che avviene, per esempio, quando, masticando una chewing gum, si produce secrezione di acido cloridrico, ma non ingestione di cibo: la soluzione fortemente acida non avrà difficoltà a concentrarsi sulle pareti gastriche aggredendole e causando fastidiosi bruciori.

L’alterazione della normale fisiologia dello stomaco, causa di bruciori, gastriti ed anche ulcerazioni vere e proprie, ha, ovviamente, svariate altre cause. Generalmente si acuisce durante i cambi di stagione, mentre in altri casi può essere sintomo di una problematica emotiva.

Regolare la secrezione acida

Una corretta strategia

In Italia, si stima che il bruciore di stomaco, definito anche pirosi gastrica, affligga in modo ricorrente 8 milioni di persone, soprattutto di genere femminile.

Per regolare la secrezione acida, occorre, innanzitutto, adottare alcune precauzioni che riguardano la dieta: pasti frequenti, ma non eccessivi e, soprattutto, evitare il più possibile alcuni cibi che possono causare bruciori di stomaco come grassi, zucchero o alimenti piccanti, ma anche bevande come caffè, bibite gassate ed alcolici.

Masticare bene e a lungo e mangiare possibilmente seduti è molto importante.
Seguire, poi, corrette abitudini di vita (niente fumo e adeguata attività fisica), aiuta la funzionalità del Sistema gastro-intestinale.

Farmaci di sintesi?

Effetti indesiderati

L’introduzione di farmaci di nuova generazione (antiacidi, procineticie antisecretivi) ha definitivamente rivoluzionato la gestione delle malattie acido correlate.

L’uso inappropriato o cronico di questi medicinali, è accompagnato, tuttavia, da incertezze sulla loro sicurezza.
L’allarme principale consiste nel fatto che molti pazienti che iniziano ad assumere farmaci per una precisa indicazione medica, continuano l’assunzione molto più a lungo del necessario.

In particolare, in casi di disturbi persistenti, l’automedicazione è sconsigliata.

Dalla Natura
le piante che spengono il bruciore di stomaco

Una straordinaria industria farmaceutica

La Natura è la più straordinaria industria farmaceutica. Anche per modulare l’acidità e il bruciore di stomaco ci offre rimedi dalle riconosciute virtù curative.

Guna, traendo insegnamento dalla Natura, utilizza nei suoi farmacio meopatici, anche piante dalle note proprietà antispastiche e di stimolazione del sistema gastro-intestinale, come Nux vomica, Pulsatilla, Lycopodium, Bryonia e minerali come Carbo vegetabilis, Antimonium crudum, Argentum nitricum, Arsenicum album. Essi, sinergicamente, possono contrastare sintomi relativi ai diversi disturbi gastrici ed intestinali.

Hai mai pensato a una terapia d’avanguardia?

Una valida soluzione

Guna offre una serie di proposte scientifiche per modulare l’attività gastrica e contrastare acidità e bruciore di stomaco.

Numerosi studi scientifici effettuati su medicinali omeopatici dimostrano che l’associazione di particolari rimedi naturali è in grado di sostenere la normale fisiologia dello stomaco, attenuando bruciori e reflusso esofageo.

Chiedi consiglio al Medico o al Farmacista.

CONTATTI

Guna S.p.a. | via Palmanova 71 - 20132 Milano | P. iva 06891420157
tel: +39 02 280181 | email: info@guna.it
PEC (solo per comunicazioni con Enti e Amministrazioni): guna@legalmail.it

Azienda con sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2015 certificato da Bureau Veritas Italia SpA | tutti i diritti riservati
Registro delle imprese di Milano, numero di iscrizione: REA 1124454, Capitale Sociale: Euro 3.000.000,00 i.v.

 
guna su facebook
guna su youtube
guna su instagram
guna su LinkedIn
guna su Telegram