Faq

Domande:

 

Risposte:

L’omeopatia funziona?

Sì, e ormai ci sono molti studi accademici a dimostrarlo, pubblicati su riviste scientifiche internazionali. GUNA Spa ha anche pubblicato un libro che ne raccoglie una parte. Per ulteriori informazioni vai alla pagina Omeopatia Omotossicologia “Le prove scientifiche”. Puoi visitare anche il sito dell’Homeopaty Research Institute per consultare alcune prove scientifiche che dimostrano come l’Omeopatia non sia un placebo e scoprire perché alcuni pensano che non esistano studi di buona qualità che dimostrino l’efficacia dell’Omeopatia


L’omeopatia è una scienza?

I critici affermano che l’omeopatia è “pseudoscienza” e che solo i “non scienziati” sono interessati al tema. Al contrario, gli scienziati di note Università, istituti di ricerca e ospedali di tutto il mondo stanno svolgendo ricerche in omeopatia servendosi delle stesse metodiche utilizzate per studiare i trattamenti medici convenzionali. Puoi visitare anche il sito dell’Homeopaty Research Institute per scoprire qual è il tasso di crescita del numero di articoli pubblicati in riviste scientifiche con revisione tra pari e l’opinione di alcuni scienziati sull’Omeopatia.


Qual è in sintesi la differenza tra l’omeopatia ed i farmaci allopatici di sintesi chimica?

I farmaci allopatici si concentrano sul “sintomo” e lo combattono, con un’evidente utilità ad esempio nella medicina d’urgenza, seppure a prezzo di potenziali effetti collaterali. L’Omeopatia invece agisce sull’intero organismo, “educandolo” a reagire esso stesso alla malattia, con evidenti vantaggi ad esempio in termini di prevenzione. Inoltre i farmaci omeopatici hanno effetti collaterali praticamente nulli. L’ideale è un’integrazione tra i due paradigmi: farmaco omeopatico ogni qual volta è necessario prendersi cura dell’organismo, specie per una corretta prevenzione, e farmaco allopatico ogni qual volta per la particolare gravità della malattia non se ne può fare a meno, sempre con attenzione a non abusarne. Il medico saprà certamente dare i giusti consigli su quando usare uno e quando l’altro.


I farmaci omeopatici si possono usare anche per i bambini?

I farmaci omeopatici sono particolarmente adatti per la cura dei bambini, addirittura dalla primissima infanzia. Questo tipo di farmaci rinforzano la capacità di “autoguarigione” dell’organismo, ed è certamente meglio iniziare questo processo di prevenzione da piccoli piuttosto che da adulti.


Esiste un “vaccino antinfluenzale” omeopatico?

No, esistono però dei rimedi omeopatici che proteggono dall’influenza aumentando le difese immunitarie senza somministrare all’organismo agenti patogeni che talvolta possono causare complicanze. Visita il sito www.previenila.it per avere maggiori informazioni.


Anche per  prevenire il raffreddore si possono utilizzare farmaci omeopatici?

Sì, la prevenzione mediante farmaci omeopatici aumenta le difese immunitarie. Ad esempio c’è la possibilità di sostituire gli spray nasali comunemente in commercio con spray di tipo omeopatico. Per conoscere meglio come funzionano, leggi questo articolo sui medicinali omeopatici da utilizzare nella prevenzione e nella cura dell’influenza.


Ma esistono farmaci omeopatici per la cura degli animali?

Sì, e funzionano molto bene, sono sempre ben tollerati e non danno effetti collaterali. Chi ignora l’utilità del farmaco omeopatico spesso tende a somministrare forti dosi di cortisone e di altri farmaci che rischiano di intossicare l’animale: con l’omeopatia invece si possono risolvere spesso problemi anche gravi senza crearne altri. Scopri la nostra linea veterinaria e la nuova linea PET Formula.


Il medico può prescrivere farmaci omeopatici contro l’insonnia?

Sì, sono una soluzione valida perché non danno assuefazione e al risveglio non lasciano “intontimento”.


In farmacia, è possibile chiedere consiglio al farmacista su quali farmaci omeopatici da banco utilizzare per le più comuni patologie?

Sì, spesso i pazienti chiedono consiglio al farmacista esperto, il quale normalmente sa indicare un farmaco omeopatico per le patologie più lievi. Trova la farmacia più vicino a te.


I Fiori di Bach funzionano?

I Fiori di Bach sono rimedi molto validi a livello emozionale: aiutano a ritrovare l’equilibrio psico-fisico proteggendo ad esempio dagli attacchi di panico e dall’ansia. Consigliamo di tenere sempre con se una confezione di Resource Remedy per ogni emergenza. Per avere più informazioni visita il sito fioridibach.guna.it


Esistono pomate omeopatiche utili per le contusioni?

Sì, ad esempio pomate a base di Arnica Montana sono risultate più efficaci di varie pomate allopatiche in commercio, ed è in grado di far riassorbire in poche ore l’ecchimosi (lividi).


E’ utile utilizzare l’omeopatia per la prevenzione delle allergie?

Si, e finalmente molte persone riescono a passare una splendida primavera, con prodotti che tra l’altro non provocano sonnolenza. Scopri tutte le ultime novità sulle allergie sul sito www.previenileallergie.it


L’omeopatia e la Fitoterapia sono la stessa cosa?

No, la fitoterapia si basa su estratti di piante con dosaggi alti (come per i farmaci allopatici) mentre l’omeopatia utilizza varie sostanze (non solo piante) in dosi infinitesimali (appunto chiamate “dosi omeopatiche”).


I farmaci omeopatici si acquistano in erboristeria?

No, perché sono veri e propri farmaci e spesso richiedono una prescrizione da parte del medico che sa individuare il farmaco specifico e la giusta diluizione e prescriverlo mediante una ricetta da presentare al farmacista. Sono disponibili comunque tutta una ampia serie di farmaci omeopatici di semplice utilizzo che possono essere acquistati senza ricetta medica.